la polizia indaga in ogni direzione sulle motivazioni- Corriere.it

di Guido Olimpio

Per la strage di Monterey Park gli investigatori sono partiti dalla pista «razziale», ma non escludono altre ipotesi. Rinforzate le misure di prevenzione in altre città Usa a tutela della comunità asiatica

Per la strage di Monterey Park la polizia ha indagato in ogni direzione. È partita dall’iniziale pista «razziale» senza escluderne però altre e, infatti, ne è emersa una seconda legata alla disputa tra marito e moglie sfociata in qualcosa di imprevedibile. Un’indicazione suggerita da fonti locali. Quindi hanno diffuso le foto del presunto killer, un uomo dai tratti asiatici. Gli inquirenti sono consapevoli che il quadro può sempre cambiare, in base a quanto raccolto sul terreno. Lavoro di pazienza.

L’obiettivo

In apparenza un bersaglio specifico, un evento legato alle celebrazioni del Capodanno lunare cinese. Al tempo stesso la zona è abitata da una popolazione in maggioranza d’origine orientale come lo sarebbe l’omicida. Che dopo aver mietuto vittime ha cercato di colpire di nuovo ad Alhambra, località vicina a Monterey Park, ancora in un locale asiatico ma sarebbe stato costretto a fuggire per la reazione di un cliente.

L’attacco

I testimoni sostengono che l’uomo aveva un fucile ed avrebbe ricaricato. Se la descrizione…