La paura per l’economia e per il clima, e la Russia peggiore minaccia mondiale: le relazioni internazionali secondo gli italiani nel sondaggio annuale dell’Ispi

Dopo la crisi economica, che terrorizza il 52 per cento degli italiani (in netto aumento rispetto agli anni precedenti) sono i cambiamenti climatici a spaventare di più i nostri connazionali: alla pari però con l’immigrazione. In entrambi i casi indicate come minacce più gravi per il Paese dall’11 per cento dei cittadini. Ma se la paura di catastrofi climatiche aumenta, su di 4 punti dal 2020 a oggi, quella verso gli immigrati cala di 5 (era al 22 per cento nel 2018).