“La parole di Berlusconi sull’Ucraina? Pensa ai sondaggi. FdI sempre coerente”. Parla Crosetto

“Un passo indietro. Capisco sia stato per lui un amico vero, ma quando un amico fa una cosa infame glielo si dice. Meloni chieda un nuovo voto sulle armi, è un elemento di chiarezza. Non si può consentire a chi è al governo di portare avanti una linea e poi disconoscerla ogni giorno”, dice il fondatore di Fratelli d’Italia

“Mi ha colpito e mi pare sia un bel passo indietro rispetto alle dichiarazioni precedenti. Ma conoscendolo un po’ penso sia anche un calcolo dovuto ai sondaggi”. Guido Crosetto non nasconde un certo stupore all’indomani delle dichiarazioni di Silvio Berlusconi sull’Ucraina, rispetto a quelle che sono sembrate un attacco a Biden e alla Nato. Ma se da un lato prende le distanze dal Cav., dall’ altro il fondatore di Fratelli d’Italia inquadra la questione in una dimensione più “normale”, o forse più locale, elettorale: “Perché alla fine i partiti devono vivere e sopravvivere”.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che…