La nuova frontiera del lockdown è servita: ora da Berlino arrivano i blackout per confinarci in casa

L’emergenza, lungi dall’essere una fase transeunte, un accidente imprevisto dell’ordine neoliberale, ne rappresenta invece l’essenza. Vivere pericolosamente è l’essenza stessa del neoliberismo, il marchio che ne caratterizza le politiche principali e la stessa razionalità economica e politica. Ecco perché la crisi permanente, lungi dall’essere un evento passeggero, è destinata a farsi nuova normalità, anzi a divenire un nuovo metodo di governo, di controllo e di gestione, delle cose e delle persone.

La crisi permanente permette di sospendere la normalità e di introdurre un metodo governamentale ad hoc. Semplificando con l’emergenza diventa difficile fare ciò che senza l’emergenza non si potrebbe o sarebbe più difficile fare. Dicemmo che l’emergenza epidemica lungi dall’essere l’ultima sarebbe stata la prima di una lunga serie. La nostra tesi sembra già essere in parte suffragata dai nuovi accadimenti che stanno costellando la nostra Europa.

A tal riguardo non sfugga ciò che è accaduto a Berlino. Così leggiamo su Ansa.it: “Maxi-blackout a Berlino, in migliaia senza luce e riscaldamento”. Si potrebbe forse leggere questa notizia in chiave interpretativa per capire quello che…