La mozione sulla Russia stato terrorista ha costretto la destra a compiere cinque clamorose abiure

Confessiamo di essere rimasti favorevolmente stupiti dalla scelta fatta, mercoledì pomeriggio, dalla Lega, da Forza Italia e da Fratelli d’Italia al Parlamento europeo di votare in massa e senza ambiguità una risoluzione molto importante con la quale i legislatori europei hanno riconosciuto che la Russia è uno stato che sponsorizza il terrorismo ed è uno stato che usa metodi terroristici. Confessiamo di essere rimasti favorevolmente stupiti dalla scelta non ambigua fatta da alcuni partiti che nel recente passato hanno mostrato molta ambiguità rispetto alla Russia di Putin e non riuscendo a credere ai nostri occhi ci siamo chiesti se per caso la risoluzione, 29 mila battute, non contenesse una qualche doppiezza tale da rendere meno amaro il boccone per i vecchi amici di Putin costretti a riconoscere ora che il loro vecchio amico usa metodi da terrorista. Ci siamo dunque armati di santa pazienza, abbiamo letto le dieci pagine della risoluzione e una volta terminata la lettura, ancora più increduli, ci siamo chiesti se i partiti che hanno votato la risoluzione, mentre la votavano, si sono resi conto di cosa hanno votato. E’  una risoluzione formidabile, quella approvata mercoledì dal Parlamento europeo, non solo perché inchioda Putin alle sue…