La manovra arriva in Aula ma Forza Italia e Lega promettono modifiche

Silvio Berlusconi punta su pensioni e Superbonus, mentre Matteo Salvini continua ad agitare bandiere identitarie. Domani l’incontro Meloni-Calenda, oggi comincia l’iter di approvazione del testo alla Camera

Parte oggi alla Camera dei deputati l’iter per approvare la legge di Bilancio. Davanti alla maggioranza si stagliano due problemi: i tempi ristrettissimi per cui non si potrà aprire una discussione al Senato, ma solo approvare il lavoro già svolto; e la spaccatura nella maggioranza, con Lega e Forza Italia che, da fronti diversi, promettono battaglia. Le prospettive della premier Giorgia Meloni si aprono a un’opera di mediazione perché la manovra arrivi in Senato entro Natale e sia approvata entro il termine ultimo del 31 dicembre. Sarà forse necessario, davanti allo scontro su pensioni e bollette esattoriali rateizzate, trovare nuovi alleati, o almeno non-nemici. Domani Meloni incontrerà il leader del Terzo Polo, Carlo Calenda. Mentre Renzi dichiara a Libero: “Nessun inciucio, ma noi siamo all’opposizione del governo e non del paese. Proviamo a dare una mano, mi sembra che la presidente ne abbia bisogno”. 

 

Intanto nella legge di Bilancio che oggi approderà alla Camera ci sono già delle modifiche rispetto al testo precedente….