La lunga marcia di Mao insegna che…

La lunga marcia di Mao insegna che…po’
I giorni post-elettorali sono sempre da ottimizzare per riflettere a fondo, non per dar vita ad infiniti e sterili sfogatoi.

Il centro moderato, quarta gamba del centrodestra, elettoralmente è naufragato, pur portando in parlamento una più che dignitosa rappresentanza.

Centro

L’atteggiamento giusto non è quello disfattista a prescindere. Ci sono le giuste sedi partitiche per fare bilanci e trarre le dovute conclusioni.

A noi appassiona di più il disegno strategico che deve andare avanti, non solo per rispetto delle elettrici ed elettori che hanno comunque dato il loro voto, ma soprattutto per quella platea, assicuriamo veramente ampia, che crede in un progetto popolare, di ispirazione cristiana, moderato nello stile, fermo nella difesa dei contenuti propri della nostra visione antropologica e sociale.

Siamo altresì coscienti che i tempi propizi non sono ad horas, neppure misurati dai mesi. Si tratta di una strada molto lunga.

Mao

Usando un paragone storico, la nostra via assomiglia alla lunga marcia, 370 giorni e 13.000 km, che permise a Mao di non soccombere all’assedio del Kuomintang.

Nessuna scorciatoia è consentita se vogliamo preservare integra la prospettiva ed il progetto. A cominciare dal rifiuto di una…