La fusione nucleare sarà privata. Il fallimento dei grandi programmi europei

L’energia da fusione nucleare è il futuro, ma l’incapacità della Commissione sta regalando anche questo premio ai privati, e fuori dalla UE. Negli ultimi 100 anni, la fusione nucleare commerciale è esistita in un regno molto più vicino alla fantascienza che alla pratica scientifica. Infatti, quando il matematico e astronomo inglese Arthur Eddington ipotizzò che il nostro sole e le stelle generassero il proprio potere attraverso un processo di fusione di atomi per creare enormi quantità di energia, calore e luce solo un secolo fa, fu quasi liquidato come un ciarlatano . Però, da quel momento la fusione ha fatto grandi passi avanti dal punto di vista pratico e teorico.

Il processo, che permette di produrre enormi quantità di energia senza reazioni chimiche, quindi senza creazione di gas serra. è semplice: due atomi leggeri di idrogeno si fondono in un unico atomo pesante di elio, librando un’enorme quantità di energia nel processo. Le fusioni avvengono però in uno stato della materia particolare, il plasma, un gas caldo e altamnte ionizzato, la cui produzione e governo risulta essere la sfida per i tecnici.  Ricreare il tipo di condizioni che si trovano nel nucleo del sole è un compito…