la foto-disastro, cosa è successo agli aerei – Libero Quotidiano

Kiev ha negato la responsabilità del blitz aereo di due giorni fa sulla base di Saky in Crimea che ospita caccia Su-30M, bombardieri Su-24 e il trasportatore Il-76, utilizzati regolarmente per lanciare attacchi missilistici sull’Ucraina e pattugliare il Mar Nero e l’area circostante; Mosca minimizza sostenendo che qualche aereo è stato danneggiato quando “diverse munizioni sono esplose” in un’area di stoccaggio presso la struttura. Ma sia l’Ucraina che la Russia mentono: lo dimostrano le immagini satellitari riprese dall’operatore privato Planet Labs prima e dopo l’attacco.

 

 

 

 

 

Si tratta della prima conferma indipendente dei danni alla base che si trova a più di 160 chilometri dalla prima linea e documenta la vasta area di terra bruciata e i danni alla pista accanto ai resti carbonizzati di aerei militari. Le foto riprese dall’operatore satellitare intorno alle 8,00 del 9 agosto – circa quattro ore prima dell’attacco – e verso le 16,40 del 10 agosto, mostrano che almeno otto aerei parcheggiati all’esterno sono stati danneggiati o distrutti

 

 

Eliot Higgins, fondatore e direttore del sito web investigativo open…