La Cina flette i muscoli con le esercitazioni attorno a Taiwan. Speriamo vada tutto bene…

Elicottero dell’esercito popolare cinese sorvola il lembo di terra di Taiwan più vicino alla Cina popolare

 

Delle sette reazioni cinesi che avevamo previsto siamo, per fortuna, solo alla stadio 2, cioè ampie esercitazioni nella zona marittima attorno a Taiwan, atte a confermare tangibilmente la posizione di Pechino sulla questione dell’isola considerata solo come una sorta di provincia ribelle.

La Cina ha iniziato delle grandi esercitazioni militari sia nell’area sud e nord di Taiwan, con l’utilizzo di armi a  munizionamento reale e il lancio di missili che, a detta di Pechino, sono giunti alle destinazioni previste. La finalità delle esercitazioni non è stata nascosta: testare in pratica le tattiche per il blocco navale dell’isola. In reazione alla minaccia Taiwan ha allertato le proprie forze armate. Le forze armate di Pechino hanno sorvolato più volte lo spazio aereo di Taiwan, anche con 20 caccia, ed elicotteri cinesi si sono fermati sopra le isole sotto la sovranità di Taiwan, ma a pochi km dalla Cina.

Nonostante il preallarme sinora Taipei non ha risposto alle provocazioni, che per ora si sono limitate ad essere tali da parte dell’esercito popolare. Anche se per ora i militari delle…