la chat choc che fa esplodere il caso – Libero Quotidiano

Nuovi guai per il figlio di Beppe Grillo. Anche l’espulsione di Ciro Grillo da una scuola ad Auckland, in Nuova Zelanda, nel 2017, è entrata nell’udienza  nel processo per stupro di gruppo che vede imputati lo stesso figlio del fondatore del M5S e i tre suoi amici. Alla domanda dell’avvocato Dario Romano, che rappresenta la parte civile della ragazza italo-norvegese che denunciò di essere stata violentata nel luglio del 2019 in Costa Smeralda, se il figlio Ciro avesse mai avuto precedenti riguardanti molestie sessuali o violenze sessuali, Parvin Tadjik, moglie di Beppe Grillo e madre di Ciro, ha risposto: “No mai”.

 

 

A quel punto, come si apprende, perché l’udienza si celebra a porte chiuse, il legale ha tirato fuori le chat del 2017 da cui emerge che Ciro Grillo era stato espulso da una scuola ad Auckland, in Nuova Zelanda. Nel 2017, come emerge dalla documentazione che riporta l’Adnkronos, Ciro Grillo durante un viaggio, una vacanza studio al Macleans College, scuola di Auckland, in Nuova Zelanda, commenta: “Ca…i durissimi in Nuova Zelanda”. Il figlio del fondatore del M5s, si avventura in frasi volgari anche “sulle figlie del vicepreside del Macleans…