la banca non ritira le esternalizzazioni- Corriere.it

Si terr il 24 gennaio il nuovo sciopero proclamato dai sindacati bancari Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin per la crisi della Bnl, dopo la prima agitazione che si svolta il 27 dicembre scorso. La banca controllata dal gruppo francese Bnp Paribas ha annunciato di voler andare avanti con i piani di esternalizzazione e, dopo il settore dell’It, ha messo nero su bianco l’accordo raggiunto con Accenture per il trasferimento di rami d’azienda del back office con all’interno 543 dipendenti. Infruttuoso il tentativo di conciliazione in sede Abi: Il 10 gennaio stata espletata e completata, con esito negativo, la procedura obbligatoria di conciliazione. Lo sciopero, spiegano Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin, prevede l’astensione il 24 gennaio per la durata dell’intero orario di lavoro giornaliero proprio di ogni categoria, compresi i turnisti, i part time e il personale in distacco presso le altre aziende.

Il trasferimento del back office

L’accordo tra Bnl e Accenture Services and Technology, una srl della multinazionale della consulenza, prevede il trasferimento di attivit che la banca ha in 23 diverse citt italiane, da Ascoli a Verona. Il gruppo pi numeroso sono i 100 addetti dell’area logistica, seguiti dai quasi 100 dell’area flussi,…