La Apple accelera la ritirata dalla Cina

 

La massiccia esposizione di Apple Inc. al settore manifatturiero cinese ha causato carenze nella produzione di iPhone a causa dell’applicazione delle politiche covid zero che hanno duramente colpito la produzione presso il gigante locale Foxconn. Un nuovo rapporto mostra che la fuga dell’azienda della Mela dalla Cina sta accelerando.

Secondo il WSJ, Apple “sta dicendo ai fornitori di pianificare più attivamente l’assemblaggio dei prodotti Apple altrove in Asia, in particolare in India e in Vietnam, e sta cercando di ridurre la dipendenza dagli assemblatori taiwanesi guidati da Foxconn”.

I dati sulla catena di approvvigionamento di Apple indicano che la Cina è la sede principale del produttore di iPhone. La società di ricerche di mercato Counterpoint Research ha recentemente rilevato che l’85% della linea Pro di iPhone è prodotta nella gigantesca fabbrica di Foxconn, una città nella città, a Zhengzhou.

La grande fabbrica è stata colpita da restrizioni e disordini nelle ultime settimane e mesi, che hanno portato a un deficit di produzione di 6 milioni di iPhone Pro entro la fine dell’anno. “Secondo gli analisti e gli addetti alla catena di fornitura di Apple, Apple non si sente più a suo agio ad avere così tanto business legato in un…