Kim Jong-un, dieci anni di complotti e vendette al timone della Corea del Nord- Corriere.it

di Guido Santevecchi

Nel dicembre del 2011 eredit il potere a Pyongyang. Da allora ha fatto sparire i sette tutori al suo fianco durante il funerale del padre. Cominciando dallo zio, fucilato

Il Maestoso compagno Kim Jong-un sceso dal cielo, concepito dal sacro Monte Paektu. Lo present cos il 20 dicembre del 2011 il Rodong Sinmun, megafono del regime di Pyongyang. Erano giorni di annunci sconvolgenti per il popolo nordcoreano e per la comunit dell’intelligence mondiale. Il 19 dicembre una singhiozzante presentatrice della tv statale aveva dato la notizia che il Caro Leader Kim Jong-il era spirato due giorni prima, il 17 dicembre, per un attacco di cuore mentre era in viaggio sul suo treno blindato. Fu comunicato che il figlio Kim Jong-un aveva assunto i pieni poteri come Grande Successore.

Morto Kim II era asceso al trono della Repubblica democratica popolare di Corea (nome ufficiale della Nord Corea) Kim III, ventisettenne sconosciuto al grande pubblico. I servizi segreti, da Seul a Washington, a Tokyo furono sorpresi, nonostante da anni Kim Jong-il fosse dimagrito in modo impressionante e non muovesse pi la mano sinistra, segno di una serie di malattie gravi. Fu uno smacco anche aver dovuto apprendere la svolta dalla tv nordcoreana, con cinquantuno ore di ritardo….