Kedrion, Fsi vende a Permira e vi reinveste con la famiglia Marcucci Nasce un gruppo da 1,1 miliardi nei salvavita del plasma- Corriere.it

Nasce il colosso italo-inglese dei plasma derivati, i farmaci salvavita che hanno avuto un ruolo anche con il Covid, come l’albumina o il fattore VIII essenziale per la coagulazione del sangue. L’italiana Kedrion verr venduta al fondo paneuropeo Permira: le quote saranno cedute sia dal fondo Fsi, guidato da Maurizio Tamagnini, che ha il 24,1%, sia da Cdp Equity e dalla famiglia Marcucci che possiedono il 75,3% (25,06% Cdp e 50,27% la famiglia Marcucci attraverso il veicolo Sestant). Contestualmente Kedrion acquisir la britannica Bpl, Bio Products Laboratory, attiva anch’essa nei plasma derivati, costituendo cos un gruppo internazionale da 1,1 miliardi di ricavi. Alla presidenza del gruppo dovrebbe restare Paolo Marcucci, oggi presidente esecutivo di Kedrion, gi leader internazionale nei plasma derivati con vendite in oltre 100 Paesi, sei stabilimenti e 29 centri di raccolta negli Usa, nota un comunicato.

Paolo Marcucci

I nuovi azionisti

Della nuova societ saranno azionisti Permira con il 64%, a fianco del coinvestitore Abu Dhabi Investment Authority, il fondo sovrano di Abu Dhabi. Il restante 36% circa far capo di nuovo alla famiglia Marcucci e a Fsi, che reinvestono cos congiuntamente nel nuovo gruppo Kedrion-Bpl. L’accordo vincolante stato annunciato il 20…