Kazakistan, arrestato ex capo della sicurezza. Nazarbayev: “Sostenete il presidente”

L’ex capo dei servizi di sicurezza kazaki, Karim Masimov, è stato arrestato per alto tradimento. Lo riferisce un comunicato. Fedelissimo dell’ex presidente Nursultan Nazarbayev, Masimov era stato sollevato due giorni fa dalla carica, che manteneva dal 2016, dal presidente Kassym-Jomart Tokayev. La testata online kazaka Orda.kz ieri aveva riportato la notizia dell’arresto di Samat Abish, numero due dei servizi di sicurezza kazaki (Knb) e nipote di Nazarbayev. Il sito internet aveva successivamente smentito la notizia, sostenendo che la fonte fosse errata.

Kazakistan, il pugno duro del regime: “Sparate per uccidere”

dal nostro inviato

Fabio Tonacci



Le autorità kazake stanno quindi suggerendo che dietro i violenti disordini innescati nei giorni scorsi dal rincaro del carburante ci sia stata una regia legata ai più alti livelli dei servizi segreti. Ieri un ex consigliere di Nazarbayev, Yermukhamet Yertysbayev, è apparso in televisione e ha affermato che 40 minuti prima dell’assalto all’aeroporto di Almaty fosse stato detto alle forze di sicurezza di rimuovere il cordone e allontanarsi….