Johnson Righeira/ “Andai in taxi da Riccione a Salerno: pagai 900mila lire…”

Johnson Righeira, ospite a “Oggi è un altro giorno”, su Rai Uno, ha ripercorso i mitici anni Ottanta, quelli che hanno consacrato il duo musicale a cui lui apparteneva. Iniziò anche un periodo di grandi eccessi: “A Riccione avevo fatto tardi la sera prima e mi resi conto che non riuscivo ad arrivare in tempo a Salerno. Presi un taxi e arrivai lì, pagando 900mila lire”. Peraltro, lui ha rivelato di non avere la patente: “Io volevo prenderla a diciotto anni, ma i miei genitori mi dissero di aspettare e poi la carriera mi travolse e non ebbi più il tempo”.

JOHNSON RIGHEIRA: “NON HO MAI FATTO GROSSI SBAGLI NELLA MIA VITA”

In seguito Johnson Righeira ha voluto aggiungere un pensiero ulteriore circa la sua carriera musicale e i tormentoni a cui ha dato vita: “Nella vita non credo di avere fatto grossi sbagli, ma credo comunque di volermi abbastanza bene. Non sarei arrivato qui, altrimenti. In ogni caso, si viveva alla giornata, era tutto talmente tempestoso dal punto di vista della frenesia che era difficile fermarsi. Noi abbiamo avuto il successo senza arrivare alla gavetta, che abbiamo dovuto fare a posteriori, ma non mi sono mai lamentato: personalmente, dove mi metti…