Joaquin, il doppio lavoro: da guida del Betis Siviglia a fenomeno televisivo dell’anno



La sua prossima vita cominciata in cucina, primo ospite David Muoz del ristorante DiverXo di Madrid, il campione del mondo degli chef, l’Andy Wharol della gastronomia, ma comunque vada la ricerca di un nuovo lavoro, perch il suo ormai ha i mesi contati, per Joaquin Sanchez Rodriguez, Joaquin e basta sulla maglia numero 17 del Betis Siviglia, il futuro sar un successo. Gioacchino, come lo chiamavano a Firenze dove ha giocato per un paio di stagioni con Montella in panchina e segnato il gol del sorpasso nella remuntada alla Juve di Conte (da 2-0 a 4-2 in diciassette minuti), a 41 anni e quattro mesi non solo il giocatore pi anziano e il recordman di presenze della Liga, ma anche il fenomeno televisivo dell’anno, l’uomo che ha polverizzato in un mese record che in Spagna duravano da decenni. L’anno scorso, proprio in questo periodo, aveva annunciato il ritiro dal calcio, poi ci ha ripensato, non se ne parla almeno fino all’anno prossimo, ma in questi tempi precari obbligati alla flessibilit ha gi trovato un doppio lavoro pi di successo del primo e almeno una ventina di potenziali mestieri che nemmeno tutti i navigator del reddito di cittadinanza sarebbero stati in grado di trovare.

Il gioco del suo programma tv Joaquin el Novato, Joaquin il…