Italia primo Paese del lusso a livello mondiale con 23 aziende nella top 100- Corriere.it

Sono 305 i miliardi di dollari generati dalle vendite dalle 100 più grandi aziende di beni di lusso al mondo nel 2021, 53 miliardi in più rispetto all’anno passato e superando di 24 miliardi anche i risultati ottenuti nel 2019 (+8,5%). È quanto emerge dal Global Powers of Luxury Goods 2022 di Deloitte, lo studio annuale di Deloitte, che esamina e classifica i 100 Top Player del settore Fashion & Luxury a livello globale, sulla base delle vendite consolidate nell’anno fiscale 2021.

Le migliori aziende (quelle della top 10) persano per l’85% per net profit nella classifica delle top 100 di Deloitte , confermandosi leader anche in termini contributo alle vendite totali delle aziende (56,2%, + 4,8 punti percentuali rispetto al FY2020). Tra loro si classificano sul podio della top 10, per il quinto anno consecutivo, i colossi LVMH Moët Hennessy Louis Vuitton SE, al primo posto, Kering SA al secondo e The Estée Lauder Companies Inc al terzo.

«In questo periodo di cambiamento ed incertezza, l’appeal delle aziende del settore lusso si è riconfermato — commenta Giovanni Faccioli, Deloitte Global Fashion & Luxury Practice Leader —. Il comparto è stato capace di re-inventarsi ed avviare un processo di trasformazione considerevole,…