Isola d’Elba, il caso del ristoratore che non ha mai pagato le tasse. Scoperto e denunciato dai clienti- Corriere.it

di Marco Gasperetti

L’uomo aveva incassato più di 150 mila euro ma non versava un centesimo allo Stato. il suo caso è finito all’Ufficio delle Entrate di Livorno che ha sanzionato l’uomo anche per un’ulteriore evasione dell’Iva per 50mila euro

Aveva incassato più di 150 mila euro ma il ristoratore elbano non pagava un centesimo di tasse. E per tentare di non farsi individuare «dimenticava» anche di fare lo scontrino ai clienti. Tentativo andato a vuoto perché i molti turisti, che in quel ristorante, aperto quasi sempre soltanto l’estate, (il nome dell’esercizio commerciale non è stato reso noto per ora) si sono indignati per il comportamento del ristoratore e si sono rivolti alla Guardia di Finanza.

L’evasione comprende anni pre-pandemia e dunque a niente sono valse le scuse dell’esercente che ha invocato la crisi di presenze. Gli agenti della Guardia di Finanza di Portoferraio l’hanno dunque denunciato il commerciante e il suo caso è finito all’Ufficio delle Entrate di Livorno che ha sanzionato l’uomo anche per un’ulteriore evasione dell’Iva per 50mila euro. Pare che i clienti avessero chiesto più volte lo scontrino fiscale al ristoratore dopo aver pranzato a base di pesce, ma in cambio avrebbero ricevuto le più svariate scuse…