Ischia, che cos’è l’articolo 25 e perché si parla di condono edilizio- Corriere.it

di Franco Stefanoni

Le accuse a Conte per il decreto del 2018. La «corsia preferenziale» per sanare le irregolarità. Le polemiche e le responsabilità

Una sanatoria? Un condono? Una semplificazione edilizia? Giuseppe Conte, premier tra il 2018 e il 2021, è finito sotto attacco per aver permesso l’approvazione di un articolo in un decreto del settembre 2018 ora al centro delle polemiche dopo la tragedia della frana sull’isola di Ischia (Napoli), causata dal crollo del terreno dopo forti piogge. Il decreto fu firmato anche dai ministri M5S Luigi Di Maio (Sviluppo economico e Lavoro) e Danilo Toninelli (Infrastrutture e trasporti) e prevedeva tempi e modi più snelli per sanare i conti con i Comuni in caso di irregolarità. In pratica, adesso, l’accusa è di aver allora abbassato la guardia in materia ambientale favorendo di fatto l’abusivismo e i rischi di sicurezza sul territorio. Una situazione che coinvolge anche la responsabilità dei sindaci e che ha fatto dire a Gilberto Pichetto Fratin, ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica: «Secondo me basterebbe mettere in galera il sindaco e tutti coloro che lasciano costruire».

L’articolo 25

Quel decreto, noto come decreto Genova…