Iran, ragazze del basket senza velo e contro il regime per Mahsa Amini- Corriere.it

La squadra del Canco Basket posa in divisa e senza hijab. Il post dell’allenatrice: «Donna, Vita, Libertà».

Non solo Mondiali. Non solo i calciatori a sostegno della protesta di donne e giovani in Iran. E, soprattutto, non solo maschi. Lo sport si schiera contro la repressione nella Repubblica Islamica, e una squadra di basket femminile iraniana — tredici atlete e tre coach della Canco Canada BC — posta la foto di tutto il gruppo al completo a volto scoperto, senza hijab. All’insegna dello slogan «Woman, Life, Freedom», Donna, Vita, Libertà. Le proteste hanno scosso la Repubblica islamica dalla morte, due mesi fa, di Mahsa Amini, una ragazza di 22 anni arrestata e picchiata a morte per non aver indossato correttamente il velo islamico in pubblico.

A condividere lo scatto sabato è stata l’allenatrice Farzaneh Jamami, accompagnandolo da un messaggio in farsi: «Insegna a tua figlia che cose come i ruoli di genere non sono altro che sciocchezze. Insegna loro che sei preziosa e insostituibile. Se ti dicono il contrario, non crederci. Di’ loro che non ti nascondi. Alzati, tieni la testa alta e mostra loro cosa sai fare! Digli che sei potente e capace sei una donna di libertà». E, a seguire, un video ripreso dal basso delle ragazze, sempre senza velo, nello…