Iran e diritti delle donne, scontro tra il c.t. Queiroz e un giornalista inglese- Corriere.it

di Salvatore Riggio

L’allenatore portoghese dell’Iran all’inviato di Sky Sport Uk: «Come mi sento a rappresentare chi viola i diritti delle donne? Mi pagate per rispondere?»

A quattro giorni dall’inizio del Mondiale (20 novembre con il match tra Qatar ed Ecuador) restano infinite le polemiche, soprattutto per questioni extracalcistiche. Tanto che la Fifa ha invitato i partecipanti a non prendere posizioni su tematiche politiche, vietando persino alla Danimarca di indossare una maglia da allenamento con richiami ai diritti umani.

Nonostante questo, però, sta facendo scalpore il battibecco tra il c.t. dell’Iran, il portoghese Carlos Queiroz, e un giornalista inglese, di Sky Sport UK, presente alla conferenza stampa. L’Iran, infatti, sarà la prima avversaria dell’Inghilterra in questa rassegna iridata, lunedì 21 novembre. «Ti senti tranquillo in questo Mondiale a rappresentare un paese come l’Iran che reprime i diritti delle donne?», la domanda dell’inviato inglese.

La risposta di Queiroz è stata sarcastica: «Quanto mi paghi per rispondere a una domanda così? Non mettere nella mia bocca parole che non ho detto, ti ho chiesto solo quanto il tuo network mi pagherebbe per rispondere a una domanda del genere? Ok». E non è finita lì. Perché…