Iran, 8 anni di carcere all’uomo che ha decapitato la moglie di 17 anni

L’omicidio di Mona Heydari a febbraio di un anno fa aveva commosso e indignato l’Iran, frutto di una cultura di sopraffazione e violenza sancita nelle leggi e nell’impunità del cosiddetto “delitto d’onore”.

Mona aveva 17 anni, era stata costretta dalla famiglia a sposare suo cugino Sajjad quando ne aveva 12. A 14 avevano avuto un figlio, ma poco dopo lei era scappata da quella prigione di ricatti e violenze che era diventato il suo matriminio di sposa bambina dopo aver cercato invano di convincere il marito aguzzino a concederle il divorzio.