“Ipotesi zona arancione o interventi mirati”

Per la provincia di Brescia, particolarmente colpita dai contagi da Covid-19, si profila un intervento a breve del governatore della Lombardia, Attilio Fontana. “Nella lettera che ho inviato ieri al ministero della Salute ho fatto due ipotesi: l’istituzione della zona arancione in tutta la provincia di Brescia con la chiusura delle scuole o in alternativa alcuni interventi localizzati in alcuni Comuni dove i dati sono più brutti. La decisione la prenderò quando riceverò la risposta dei tecnici da Roma”, dice in un’intervista a Repubblica.


Sul fatto che un anno fa la Regione non abbia istituito la zona rossa ad Alzano e Nembro, il presidente precisa: “Le zone e le fasce sono due cose diverse. Io non potevo e non posso ancora oggi prendere provvedimenti che limitino la possibilità di uscire da un Comune e che facciano intervenire la polizia con i posti di blocco. Con i nuovi Dpcm le Regioni possono intervenire con restrizioni nelle zone che vengono ritenute più pericolose, ma senza limitare la libertà di movimento delle persone”, afferma.

Per il governatore della Lombardia, l’esecutivo è partito con il piede giusto finora. “Per quanto mi riguarda, sì. Il ministro Garavaglia, appena è stata annunciata la chiusura degli…