“Ipotesi suicidio è follia!”/ “Lei non aveva nemici…”

Matteo, fratello di Alice Neri, la donna di 32 anni rinvenuta carbonizzata nel bagagliaio della propria automobile nel Modenese, è intervenuto in collegamento audiovisivo ai microfoni di “Ore 14”, trasmissione di Rai Due condotta da Milo Infante e andata in onda nel pomeriggio di mercoledì 30 novembre 2022. In primis, l’uomo ha riferito le sue ipotesi circa il telefonino della sorella: “Innanzitutto, alcuni modelli di telefono non richiedono l’inserimento della password per poter sbloccare le funzioni… Basta tirare giù la tendina per disabilitare la geolocalizzazione! In alternativa, Alice potrebbe essere stata obbligata, sotto eventuale minaccia, a sbloccare il dispositivo, ma queste sono solo mie teorie”.

Secondo il fratello, Alice Neri “non sarebbe mai venuta in questo posto da sola! Nessuna donna e nessun uomo con un minimo di istinto di sopravvivenza o prudenza si sarebbe inoltrata/o in una zona come questa, isolata e buia. Non c’è un lampione per chilometri e, per arrivare qua, almeno un chilometro di strade di campagna va fatto, dunque è anche difficile da trovare. Questa zona farebbe paura anche alle coppiette in cerca di intimità… Io…