iPhone 11 ecco cosa ne pensiamo

L’Apple non s’è fatta attendere con le ultime novità della casa, presentando così l’iPhone 11 al mondo sotto Settembre. Con un cellulare così nuovo presente sul mercato, cosa dobbiamo aspettarci dal nuovo cellulare della casa di Cupertino? Ecco tutto ciò che ne pensiamo…

Un design sempre attento

Con un design tondeggiante e il suo inossidabile marchio sul retro, l’iPhone 11 si presenta con dei bordi che nonostante sembrano spessi, non rovinano poi troppo la bellezza di questo Smartphone. Le colorazioni sono sobrie, ma appaganti: non si distaccano troppo dall’ambiente professionale, nemmeno così tanto da apparire troppo seri. Una buona via di mezzo che non presenta troppi peli nell’uovo, nemmeno guardando la doppia fotocamera con i suoi due grossi obiettivi. Dalla sua, l’iPhone 11 è protetto da un vetro fra i più resistenti del mercato, con una certifica IP68 contro polvere ed acqua – può resistere in immersione fino a due metri per 30 minuti!

Schermo ali massimi livelli

Lo schermo rimane d’ottima qualità: tecnologia IPS LCD “Liquid Retina” con risoluzione 828×1792 a 326ppi di densità. Non è fra i migliori display disponibili, ma in fondo il resto della composizione parla per sé: chipset A13 Bionic con 4Gb di RAM e 64Gb di memoria interna. L’A13 Bionic è al giorno d’oggi il Chipset più potente che uno Smartphone può usare, avendo sbaragliato tranquillamente avversari come Snapdragon e Kirin.

Al di sopra di queste caratteristiche, l’iPhone 11 ha una fotocamera (12+12Mpx) con un eccezionale effetto UltraWide ed una modalità notturna particolarmente dettagliata. Non dimentichiamo poi la modalità Deep Fusion, che sta venendo applicata tramite vari aggiornamenti.

Su tutto questo c’è un piccolo problema: il cerchio chiuso che ha l’Apple sull’uso della memoria interna. Il cellulare costa in media 800 euro e 64Gb di memoria sono veramente pochi se consideriamo anche che l’Apple offre pochissimo supporto per un cloud capiente (a meno che non paghiamo, naturalmente). Anche i backups del nostro cellulare vengono conteggiati in iCloud, il che significa che entro qualche mese dovremo decidere se pagare o meno. Grazie all’alto livello del dettaglio della fotocamera, dobbiamo anche aspettarci di riempire in fretta la memoria interna. 64Gb sono piuttosto insufficienti, e le varianti da 128GB (889 euro) e 256GB (1010 euro) possono fermare un po’ il desiderio d’acquistare questo Smartphone. Inoltre la velocità di connessione 4G, anche se rappresentata allo stesso modo in tutti i modelli dell’Apple, è più lenta in questa versione – anche se non esageratamente.

Una piccola nota mista va data poi alla fine: la batteria da 3110mAh dura parecchio, senza dubbio, ma non si poteva proprio aggiungere un alimentatore per la ricarica rapida già incluso nei 800 euro di prezzo?

Per concludere, l’iPhone 11 è un ottimo cellulare. Forse uno dei migliori che l’Apple poteva produrre dopo tanti anni di modelli simili. Ha le sue piccole pecche, di cui la maggior parte possono essere risolte se decidiamo di pagare di più. Tuttavia, un solido Smartphone per tutti gli scopi possibili ed immaginabili.