investendo nella green-economy battiamo il caro-gas- Corriere.it

Una corsa folle dei prezzi di energia e materie prime che fa lievitare i fatturati ma riduce i margini all’osso. Gli imprenditori devono comunque reagire, continuare a investire. Noi scommettiamo sull’energia del futuro, con un piano triennale di investimenti di oltre cento milioni, pari a quasi 40 milioni l’anno per accelerare la transizione energetica e per essere pi efficienti. Abbiamo anche sostituito le turbine per la cogenerazione ad alto rendimento per la produzione di energia elettrica e termica, pi efficienti, pronte per l’idrogeno. Abbiamo scelto in corsa di dirottare i nostri impegni verso le rinnovabili e il risparmio energetico per trovare un’alternativa al gas, anche se per la produzione di carta un’alternativa vera non c’. E questo in attesa che l’Italia — ma anche l’Europa — disegni finalmente un piano energetico che abbia al centro le imprese. Che a loro volta devono accelerare l’innovazione e l’utilizzo di nuove fonti energetiche.

Massimo Pasquini presidente e amministratore delegato della Lucart, base a Porcari, a dieci chilometri da Lucca, quasi 70 anni di storia, dieci stabilimenti, la met in Italia, una delle maggiori realt nella produzione di carta con i prodotti per l’igiene nel mondo professionale: dagli…