inseguito dallo tsunami, ecco come riesce a salvarsi. Sconvolgente – Libero Quotidiano

Come il supereroe Aquaman. Un uomo di 57 anni, falegname disabile, è stato trascinato dalle onde dello tsunami provocato dall’eruzione sottomarina del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai, e ha nuotato 27 ore per tornare sulla terraferma e salvarsi la vita. 

 

Lisala Folau, come riferisce Sky News, si trovata sull‘isola di Atata – popolata da appena 60 persone – ed era impegnato a imbiancare la propria abitazione quando è stato sorpreso dalle onde anomale. Attorno alle 19 di sabato scorso, 15 gennaio, l’uomo ha cercato riparo su un albero. Quando è sceso, però, è stato travolto dall’acqua ed è stato trascinato a largo.

 

Tonga, immagini apocalittiche dopo l'eruzione: sulle strade soltanto cenere

Video su questo argomento

 

Galleggiavo, sballottato qua e là dalle onde che arrivavano senza sosta”, racconta Folau, che ha da sempre problemi di deambulazione. L’uomo ha spiegato di aver nuotato per circa sette chilometri e mezzo fino alle coste dell’isola di Tongatapu, dove è approdato attorno alle 22 di domenica 16 gennaio. La sua impresa – un vero e proprio miracolo – è diventata virale sui social e Folau è stato ribattezzato “Aquaman”, come il supereroe protagonista di fumetti, cartoni e film.