Incendio sull’Isola di Pasqua: le fiamme minacciano i moais, le antiche statue di pietra

Diversi moais, le iconiche statue scolpite dell’Isola di Pasqua, sono state investite dalle fiamme. L’Isola di Pasqua si trova nel territorio polinesiano del Cile.

“Sono stati colpiti circa 60 ettari, tra cui alcuni moais”, ha dichiarato su Twitter Carolina Pèrez, sottosegretario al Patrimonio culturale del Ministero delle Culture, delle Arti e del Patrimonio.

Sull’Isola di Pasqua, a circa 3.500 km a ovest del continente americano e nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, 100 ettari di bosco sono in fiamme da lunedì, con l’area del vulcano Ranu Raraku particolarmente colpita.

Si stima che in quell’area ci siano diverse centinaia di moais all’interno del sito patrimonio mondiale dell’Unesco e della cava da cui vengono estratti i minerali che li compongono. I danni causati dall’incendio sono “irrecuperabili”, ha dichiarato Pedro Edmunds, sindaco dell’Isola di Pasqua, ai media locali. L’entità dei danni non è ancora stata valutata.