in un mese -25% di no-vax- Corriere.it

di Benedetta Moro

Da Bolzano a Novara fino a Roma sono molti gli italiani che si mettono in fila negli open day. Spinti dal Green pass rafforzato e dai timori della variante Omicron. In Veneto tensioni per colpa di decine di persone che si sono presentate senza prenotazione

La gente aspetta, per la prima, seconda ma, ora, soprattutto, per la terza dose. Con il brutto o il bel tempo. Da Cortina d’Ampezzo passando per Novara, fino a Roma.
Negli ultimi giorni si sono viste le code di persone in attesa di partecipare agli open day o presentarsi agli appuntamenti gi fissati agli hub vaccinali. Cresce cos la popolazione degli immunizzati (per le prime dosi si attesta a un +40% l’incremento rispetto alla scorsa settimana) mentre si assottiglia lo zoccolo duro dei no vax, che in Italia sono 8,4milioni di persone, circa il 16% della popolazione.

Bolzano

L’aumento in generale, anche per le dosi booster, dovuto a diversi fattori: il Super Green Pass, la variante Omicron ma anche le terze dosi anticipate di un mese. Cos anche a Bolzano, che assieme a Trieste tra le citt con il numero pi alto di non vaccinati in Italia, ieri sono affluite quasi duemila persone (era attesa la met della gente) all’open day organizzato dall’Asl. Alcune sono state respinte. Persone che…