In Sicilia il litigio tra Schifani e Micciché ha fatto implodere la maggioranza

Dopo la baruffa per l’assessorato alla Sanità, il coordinatore regionale di Forza Italia ha messo in difficoltà il presidente di regione al primo test. Durante l’elezione dei vicepresidenti dell’Assemblea regionale il primo degli eletti è stato Nuccio Di Paola, un grillino

Pronti, partenza e stop. Sono serviti 52 giorni a Renato Schifani per comporre la giunta siciliana e un paio di pomeriggi per vedere tutti i suoi sforzi vanificati. Al primo vero test – l’elezione dei vicepresidenti dell’Assemblea regionale – il centrodestra è andato clamorosamente sotto: il primo degli eletti, Nuccio Di Paola, è un grillino; la seconda, Luisa Lantieri, si ferma ad appena 32 preferenze. Sei in meno rispetto alle previsioni. Il che rende vero un assunto: la maggioranza non esiste.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese Scopri tutte le soluzioni
OPPURE