in quanti perdono la vita – Libero Quotidiano

La “prelibata” carne di tartaruga è costata la vita a sette persone, tra cui un bambino di tre anni. Sono morti dopo avere mangiato appunta carne di tartaruga avvelenata a Pemba, un’isola dell’arcipelago semiautonomo di Zanzibar, in Tanzania. Altre tre persone sono state ricoverate in ospedale con sintomi da intossicazione e avvelenamento. La carne di tartaruga che è considerata molto pregiata tra gli abitanti delle isole e delle aree costiere della Tanzania, in realtà, seppure in rari casi può risultare tossica a causa di un avvelenamento da cibo conosciuto come chelonitossismo.

 

 

La causa esatta di questo fenomeno non è conosciuta, ma si pensa che possa essere legata a un’alga di cui le tartarughe si nutrono e che è velenosa per gli esseri umani. Gli animali infatti non subiscono nessun danno dal consumo delle alghe, ma le loro carni possono essere letali per le persone che le mangiano. In ogni caso la tartaruga è un animale protetto e il suo consumo alimentare è sconsigliato se non proibito.

 

Almeno cinque famiglie di Pemba hanno mangiato la carne di tartaruga giovedì 25 novembre, ha detto alla Bbc il comandante della polizia locale, Juma Said Hamis. Gli effetti…