Il viaggio di Antonelli alla ricerca delle origini dell’italiano- Corriere.it

di

Attraverso le parole possiamo conoscere il mondo, plasmare il pensiero; attraverso le pagine dei grandi scrittori riceviamo emozioni decisive e profonde

Avevo letto del Museo nazionale dell’italiano, il primo, grande museo della lingua italiana (l’acronimo Mundi evoca l’idea dell’italiano come lingua del mondo) ma mi chiedevo come fosse possibile imprigionare in una teca un corpo fluido e dinamico come una lingua. La risposta mi venuta da due puntate del ciclo Sciarada, dal titolo Etimo, per il museo della lingua italiana a cura di Giuseppe Antonelli (Rai5 e Rai Play). Intanto mi ha fatto sobbalzare la prima sala, che arricchita da un fregio che attorno al s, nella cui sonorit Dante sintetizz espressivamente i caratteri della lingua italiana, allinea le differenti forme dell’affermazione in numerose lingue del mondo: Le genti del bel paese l dove ’l s suona. Adesso diamo diventati il brutto paese l dove il no suona: No Tav, No Tap, No Vax… Che tristezza!

Il progetto televisivo nasce dal libro di Antonelli
Il Museo della Lingua Italiana

(2018) e accompagna la nascita del museo fiorentino nel suggestivo complesso di Santa Maria Novella: una vecchia caserma diventata ora un incrocio interattivo di letteratura, arte, musica e scienza. A sorreggere…