Il vaiolo delle scimmie è connesso al Covid? ecco la verità

Il vaiolo delle scimmie di cui si sente sempre più parlare al telegiornale è collegato in qualche modo al virus del Covid? Negli ultimi mesi i media si sono occupati molto del vaiolo delle scimmie. Il virus è stato identificato per la prima volta nelle scimmie del Congo nel 1933 e da allora si sono verificati focolai occasionali.

È noto anche come malattia simile al vaiolo o variola minor, lo stesso virus che causa il vaiolo negli esseri umani. Nel marzo di quest’anno l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha emesso un allarme relativo all’identificazione di due casi confermati da un ceppo di virus del vaiolo delle scimmie chiamato “Simian Viperovirus type 5” (SVV5) segnalati dalla Repubblica Democratica del Congo (RDC). A questi casi ne sono seguiti molti altri in Europa, tra cui l’Italia.

Cos’è il vaiolo delle scimmie?

Il vaiolo delle scimmie è una malattia molto rara che si riscontra nei roditori africani e nelle scimmie. È causata da un virus imparentato con quello che provoca il vaiolo nell’uomo. Le persone possono essere infettate dal vaiolo delle scimmie entrando in contatto con il sangue, i fluidi o gli escrementi di animali infetti o toccando oggetti che sono stati contaminati con questi fluidi. Quando le persone vengono…