il titolo crolla per dati di bilancio deludenti

 

In un momento di bizzarro rally di borsa le azioni del colosso dell’elettronica Nvidia, nota per la realizzazione di schede e componenti, precipita per aver annunciato risultati del secondo trimestre piuttosto deludenti  dandone la colpa ad 1,3 miliardi di dollari di maggiori scorte e per aver tagliato la guidance a causa di “un minore sell-in di prodotti Gaming che riflette una riduzione delle vendite dei partner di canale probabilmente a causa di venti contrari macroeconomici” e di “condizioni di mercato difficili che dovrebbero persistere nel terzo trimestre”. L’unica buona notizia è che la società non sta tagliando (o terminando) i suoi buyback, che continueranno come previsto. Quindi i titoli rimarranno temporaneamente sopravvalutati. Comunque il titolo ha perso il 14% in due giorni

Sicuramente anche il crollo delle valute virtuali ha contribuito al calo delle vendite e degli utili, dato che il mining faceva un grande uso delle schede grafiche Nvidia.

Eccovi alcuni dettagli:

  • Ricavi preliminari 6,70 miliardi di dollari, molto al di sotto degli 8,10 dollari previsti, con un calo del 19% su base sequenziale e un aumento del 3% rispetto all’anno precedente, a causa di ricavi dal gioco…