il suo Cencelli è antimoderno e fuori luogo- Corriere.it

di Maria Volpe

Il senatore della Repubblica leghista attacca Amadeus per aver scelto l’artista interpretato da Gianluca Gori. Un attacco antimoderno per un Cencelli fuori luogo

Poteva il senatore della Repubblica italiana del gruppo parlamentare della Lega, Simone Pillon, far mancare il suo commento sul Festival di Sanremo dalla dubbia moralit? Certo che no. E infatti in un post su Facebook ha scritto: Com’era ampiamente prevedibile, al festival di Sanremo, sempre pi LGBT, stata assegnata la quota gender-inclusive gi nella fase di scelta dei conduttori. Il riferimento alla scelta del conduttore, Amadeus, uomo dalla vita normale con moglie e figli, di avere al fianco 5 co-conduttrici diverse, tra cui Drusilla Foer. Cantante, artista molto amata, pittrice e attrice, nome d’arte di Gianluca Gori. Una co-conduzione en-travesti. Apriti cielo! Continua Pillon: Una domanda: ma sempre in rispetto delle quote, non si potrebbe avere tra i co-presentatori un normale pap (uno eh, non due), e magari di ispirazione conservatrice? Sarebbe un bel segnale, se non altro a tutela delle specie a rischio estinzione televisiva.

Tre domande

Immaginiamo che Drusilla, con la sua ironia, si stia facendo grandi risate. Contestualmente ci chiediamo, o chiediamo a Pillon, tre cose: 1) la…