Il sole tramonta sui Russo, Ermanno contro Paolo: il primo resta in Fi, il secondo in Azione

Mezzogiorno, 3 agosto 2022 – 08:16

«Non capisco mio cugino, è senza coerenza. Oggi che Calenda è pienamente alleato con il Pd cade ogni velo»

di Angelo Agrippa

Paolo ed Ermanno Russo

Sessant’anni di vite parallele, lui e il cugino. Prima nella professione — Ermanno ginecologo e Paolo oculista — e poi in politica. Fino allo strappo: consumatosi — si racconta — già con la candidatura a capolista di Forza Italia di Ermanno alle ultime consultazioni regionali del 2020, finite con un tonfo elettorale dopo 28 anni di ininterrotta militanza e di impegno in consiglio regionale, dove è stato più volte anche nelle vesti di assessore e nell’ultima fase di vice presidente dell’assemblea. E poi la rottura definitiva con il passaggio di Paolo in Azione di Calenda.


Politica affare di famiglia

I Russo di Marigliano da generazioni solcano il mare procelloso della politica: prima con il Psdi di Giuseppe Saragat, di cui è come se fossero stati un po’ i soci di riferimento in Campania, e poi con gli ultimi eredi in Forza Italia. Quirino (il papà di Ermanno) avvocato, fu deputato e assessore regionale e provinciale del sole nascente. Così Vincenzo Mario Russo, eletto nel primo consiglio regionale della Campania, sempre nel Psdi. Giuseppe…