Il soft power di una regina vale una diretta tv da 4,5 miliardi di spettatori- Corriere.it

di Enrica Roddolo

Il doppio funerale, quello di stato a Londra e quello privato a Windsor, hanno confermato la forza della figura della sovrana e della corona. La sfida ora passa a Carlo

DALLA NOSTRA INVIATA
Londra. Il soft power della corona, dei reali, ha dimostrato oggi con il funerale di stato di Elisabetta II a Londra seguito poi dal funerale privato alla cappella di San Giorgio a Windsor, tutta la sua forza. Perch soltanto un senso di rispetto e appartenenza collettiva, un’adesione corale al dolore come quella di un popolo (e un mondo) per la morte della regina, poteva fare di un funerale il pi grande evento globale di sempre. Almeno dal dopoguerra. Con stimati 4,5 miliardi di spettatori a seguirlo, la trasmissione mondiale pi vista di sempre.

Non solo: oltre 500 leader globali sono arrivati (e gi ripartiti da Londra) per rendere omaggio a Elisabetta. Gi ripartiti perch a New York c’ l’appuntamento con l’Assemblea generale delle Nazioni Unite. E Biden parler eccezionalmente solo mercoled per avere tempo di tornare. E gi questo dettaglio dice quanto il soft power della corona sia diventato di fatto un hard power, almeno per un giorno. Tanto da muovere l’agenda internazionale. Tanto da distrarre, per uno scampolo di tempo, gli occhi dalle crisi globali.