Il rover cinese scopre probabili tracce di antichi oceani su Marte

 

Il rover marziano cinese Zhu Rong è atterrato su Utopia Planitia, un grande bacino nelle pianure settentrionali, nel 2021. Attualmente è in ibernazione durante il rigido inverno marziano e le tempeste di polvere.  Gli scienziati hanno utilizzato un radar a penetrazione del suolo sul rover cinese Mars per trovare possibili prove di eventi alluvionali sul pianeta rosso depositate anche miliardi di anni fa.
Sebbene non siano state trovate prove dirette di acqua liquida nel sottosuolo poco profondo, lo studio conferisce peso alla teoria che l’area di atterraggio del rover abbia ospitato un antico oceano, ha dichiarato il team in un articolo di Nature pubblicato online lunedì.
I ricercatori dell’Accademia cinese delle scienze e dell’Università di Pechino hanno anche affermato che non si può escludere l’esistenza di acqua anche oggi a grande profondità.

Il rover Zhu Rong è atterrato su Utopia Planitia – un grande bacino nelle pianure settentrionali di Marte – nel 2021 come parte della missione cinese Tianwen-1 Mars. Da allora ha percorso oltre 1,9 km (1,2 miglia) per effettuare rilevamenti a terra, quattro decenni dopo l’atterraggio del Viking 2 della Nasa nella regione.
La geologa Chen Ling…