Il presidente del Parlamento russo: pronti a rappresaglie con mezzi più potenti

MOSCA – L’ultimo ad aver messo in guardia i Paesi occidentali dal dare armi più potenti all’Ucraina è stato Vjacheslav Volodin. «Se Washington e la Nato fornissero armi che verrebbero utilizzate per colpire città pacifiche e per tentare di impadronirsi dei nostri territori come minacciano di fare, scatenerebbero una rappresaglia con armi più potenti», ha scritto sull’app di messaggistica Telegram il presidente della Duma e membro del Consiglio di sicurezza guidato dal presidente Vladimir Putin, nonché ex primo vicecapo dello staff dell’amministrazione presidenziale.