il piano segreto, terremoto politico – Libero Quotidiano

Carlo Nicolato

Donald Trump si ripresenterà dunque alle presidenziali del 2024. Sarà uno dei pochissimi presidenti sconfitti a tentare il ritorno politico, ma a essere rieletto dopo un giro a vuoto è riuscito solo a Grover Cleveland, alla fine del 19° secolo, dopo una campagna elettorale estremamente polarizzata. Sarà certamente anche il caso di Trump contro Biden se mai il primo dovesse passare le forche caudine delle primarie e se mai il secondo non dovesse cadere vittima degli anni che inesorabilmente passano. Stando così le cose nessuno tra i Dem potrà dire di no a un secondo tentativo dell’attuale presidente, il che per assurdo potrebbe essere proprio la chiave della vittoria di Trump.

Dare infatti il tycoon per morto, politicamente parlando, è un errore madornale che i Dem potrebbero pagare amaramente. Il fatto che abbia perso le elezioni di midterm scegliendo dei candidati scadenti non vuol dire che lui sia scadente o che sia cotto. Il “cotto” semmai è dall’altra parte, specie tra due anni. La sola incognita per Trump è passare le primarie, perché se va allo scontro con Biden rischia di mangiarsi il futuro 82enne in un boccone. Le elezioni di midterm hanno infatti…