Il pasticciaccio dei navigator: ora il governo nega la proroga

Non è ancora finita la telenovela dei navigator. Perché ora sono le regioni, prevalentemente di centrodestra (in particolare Sicilia, Calabria, Molise, Basilicata), a chiedere al governo Meloni di prorogare i contratti almeno per un paio di mesi. Rispondendo a una nota del ministero del Lavoro, che chiedeva loro di sapere quali fossero interessate all’estensione dei contratti fino a dicembre, le regioni fanno sapere che la maggior parte di loro “ha manifestato un avviso favorevole alla prosecuzione dell’assistenza tecnica dei navigator”, ma a due condizioni: che l’eventuale nuova contrattualizzazione deve essere “come avvenuto fino ad oggi”, ovvero in capo ad Anpal Servizi e cioè il ministero; e che sussistano “economie finanziarie sufficienti nella disponibilità del ministero del Lavoro”.

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00 per un mese Scopri tutte le…