il nuovo chief of staff sarà la «star del Covid» Jeff Zients- Corriere.it

di Viviana Mazza

Momento delicato per l’amministrazione Biden, lascia il «primo ministro» Klain. Al suo posto Jeff Zients, che ha coordinato la gestione della pandemia ed è fuori dal cerchio magico di Biden

In un momento delicato per l’amministrazione Biden, il presidente perde il suo braccio destro, il capo dello staff Ron Klain. La notizia è giunta poche ore prima dell’annuncio dei nuovi documenti classificati trovati a casa di Biden e alcuni repubblicani hanno voluto leggere un collegamento tra i due eventi, ma già prima delle elezioni di midterm di novembre il capo dello staff della Casa Bianca aveva pensato di lasciare. Biden gli aveva chiesto di restare e alla fine Klain si era prefissato l’obiettivo del secondo anniversario dall’insediamento, il 20 gennaio 2021, osservando che i «chief of staff» del primo mandato di Clinton e di Obama ( Thomas McLarty e Rahm Emanuel) sono rimasti meno di due anni. Si prevede che lasci dopo il discorso sullo Stato dell’Unione del 7 febbraio.

Il successore di Klain, annunciano i media americani, sarà Jeff Zients, 56 anni, l’ex «zar del Covid», che ha coordinato la gestione della pandemia. Zients non fa parte della cerchia più «antica» dei fedelissimi di Biden, ma è diventato membro fidato del team…