il nostro uomo è Pera, spariglia- Corriere.it

di Claudio Bozza

L’ex fedelissimo di Berlusconi sconta la pena nella villa sopra Firenze, dove il leader della Lega trascorre i week end con la fidanzata Francesca. Gli incontri e il piano per il Colle

In cima al Pian de’ Giullari, collina mozzafiato affacciata su Firenze, c’è Villa Il Gioiello: qui Galileo, nel 1642, scontò gli arresti domiciliari (per eresia), coltivando l’orto e continuando a osservare le stelle. Oggi, a una manciata di passi di distanza, in una grande villa rossa con giardino ai domiciliari (per la maxi bancarotta del Credito Fiorentino
) c’è Denis Verdini, che col suo telescopio politico punta invece sul Quirinale. Per quasi vent’anni plenipotenziario di Forza Italia, e poi architetto del Patto del Nazareno, l’ex banchiere, assai provato dalla pur breve detenzione a Rebibbia
ha riniziato a tessere la sua tela politica. I domiciliari concessi dal giudice non hanno paletti granché stringenti, tanto che Verdini può persino spostarsi da Firenze a Roma per motivi sanitari. E così, non avendo limitazioni nell’incontrare persone, già da mesi, con l’avvicinarsi del voto per il Quirinale, era ripartito con girandole d’incontri politici: destra, ma anche sinistra.

Il suo peso politico, nonostante la dura condanna passata in…