Il no di Grillo al 2 per mille. Timori nel M5S per la votazione sul web- Corriere.it

di Emanuele Buzzi

C’ attesa per conoscere come (e se) verr posta la questione dei fondi. La base intanto divisa. I parlamentari discutono. Riforma del partito, saltano i segretari regionali

I tempi che stringono, gli equilibri che ballano, i progetti che avanzano: un normale weekend in fibrillazione per i Cinque Stelle. A tenere tutti con il fiato sospeso il voto sul via libera all’adesione al 2 per mille. L’annuncio della votazione previsto al massimo entro stasera (domani sarebbe troppo tardi per far scattare dal nuovo anno la novit). C’ attesa per conoscere come (e se) verr posta la questione dei fondi. La base intanto divisa. I parlamentari discutono. C’ chi come Sergio Battelli, vicino a Luigi Di Maio, ha gi dato il suo placet pubblicamente. Alcuni volti storici come la ministra Fabiana Dadone o esponenti vicini a Beppe Grillo — come Vincenzo Presutto, Davide Crippa e Daniele Pesco — hanno invece espresso perplessit. Deputati e senatori temono di venire sconfessati e, perlopi, mantengono un basso profilo. Il garante, come ha pi volte manifestato in passato, contrario e non escluso che nelle prossime ore non chiarisca pubblicamente la sua posizione. Il finanziamento — spiegano i vertici — serve anche per i territori e per rendere funzionale la…