Il «Mogamma» il tempio della burocrazia egiziana sarà un hotel di lusso- Corriere.it

di Marta Serafini

Lo storico edificio del Cairo sar trasformato un centro del lusso. L’accordo da 220 milioni di euro con un fondo di investimenti Usa del Generale Al Sisi

Quando fu inaugurato nel 1952 da Re Farouk poco prima del colpo di Stato, doveva essere il simbolo della modernizzazione amministrativa dell’Egitto. Tutti i dipartimenti governativi e migliaia di funzionari furono dislocati in questo monumentale edificio in stile stalinista di quattordici piani, progettato dall’architetto egiziano Kamal Ismail. Il Mogamma, l’”edificio”. O la quarta piramide, come affettuosamente era soprannominato.

Che tu sia un “cairino”, che tu venga da Alessandria o Assuan, da qui che sei passato nei momenti pi importanti della tua vita, spiega Yasmine El Dorghamy, fondatrice di Rawi, rivista bilingue sulla storia e il patrimonio egiziano. Certificati di nascita e di morte, passaporti e carte d’identit, casellari giudiziari e immatricolazione veicoli, visti. Tutto si faceva al Mogamma. Lo sforzo di semplificare procedure amministrative trasform ben presto il Mogamma nel simbolo dell’inferno burocratico egiziano. Bisognava armarsi di una buona dose di pazienza e abnegazione per entrare in questa brulicante di migliaia di egiziani. E finiva sempre che ti…