il mistero su dove è sepolto

Mito, leggenda, idolo. Non ci sono abbastanza parole per descrivere appieno la vita e i successi di Freddie Mercury. Una voce, la sua, che tutt’oggi riecheggia in radio e che anche le nuove generazioni conoscono. La voce dei Queen non si piegherà mai al tempo. Nonostante siano trascorsi trent’anni da quel maledetto 24 novembre 1991, Freddie non si è mai spento nel cuore di ciascuno di noi.

Freddie Mercury, quando è morto: la causa del decesso

Freddie è morto a Londra, a Garden Lodge, il 24 novembre del 1991. L’orologio segnava le 18.48. Il dottore lo aveva appena visitato, stava andando via, quando all’improvviso fu chiamato dall’assistente personale dell’artista. Una volta entrato nella camera di Freddie, aveva notato l’assenza del respiro. Una corsa concitata verso il medico, attimi di spavento, di incertezza. Poi, l’ufficialità. Freddie è morto, non c’è più. “Se n’è andato per una broncopolmonite causata dall’AIDS“.

Nessuno era a conoscenza della malattia. Lo aveva annunciato due giorni prima di morire, il 22 novembre del 1991. Si era aperto al mondo, si era messo a nudo. Non voleva più nascondersi a quel punto. “Adesso è giunto il momento per i miei amici e i fan di tutto il mondo di conoscere la verità, e spero che tutti si…