Il Ministro degli Interni dell’Ucraina morto nello schianto dell’elicottero

 Il ministro degli Interni ucraino Denys Monastyrskyi è morto questa mattina quando il suo elicottero si è schiantato vicino ad un asilo a Brovary, nella regione di Kiev. Secondo le prime informazioni emerse si stava dirigendo verso “zone calde” del conflitto. Tra le vittime anche il suo vice Yevhen Yenin e il segretario di Stato del Ministero degli affari interni. A dare la notizia è stato il capo della polizia nazionale Ihor Klymenko. Il bilancio è di 15 morti. Tra di loro ci sono tre bambini.

Klymenko ha precisato che 9 delle vittime mortali viaggiavano nell’elicottero insieme al ministro. Il capo dell’amministrazione militare regionale, Oleksiy Kuleba, ha aggiunto che i feriti sono 29. Secondo le prime ricostruzioni l’elicottero si sarebbe schiantato su un asilo e successivamente su un edificio residenziale. Le condizioni metereologiche questa mattina nella zona non erano ottimali, con forte nebbia e scarsa visibilità. 

Immediate le reazioni. Anton Gerashchenko, consigliere del ministero dell’Interno ucraino, ha parlato di “tragedia” e ha confermato il bilancio delle vittime. “I miei colleghi, i miei amici. Che perdita tragica. Le più sentite condoglianze alle loro famiglie”, ha aggiunto il consigliere su Twitter.