Il Kazakistan si lega alla Cina nelle forniture di combustibile nucleare

 

 

Una joint venture kazako-cinese ha effettuato la sua prima consegna di gruppi di combustibile a centrali nucleari in Cina, ha dichiarato il gigante dell’uranio Kazatomprom. La consegna rappresenta un’importante pietra miliare nella crescente relazione tra Pechino e Astana nel campo dell’energia atomica.

In un comunicato del 7 dicembre, Kazatomprom ha dichiarato che 30 tonnellate di uranio a basso arricchimento (LEU) sono state inviate per ferrovia sotto forma di gruppi di combustibile nucleare (grandi gruppi di barre di combustibile) in Cina, dove sono state “ricevute dall’utente finale”, la China General Nuclear Power Corporation.

I gruppi progettati dalla Francia sono stati prodotti in un impianto di Oskemen controllato da una società chiamata Ulba-TVS LLP, che appartiene per il 51% al gigante statale kazako dell’uranio Kazatomprom e per il 49% alla CGNPC, la più grande società nucleare statale cinese. L’impianto ha la capacità di produrre fino a 200 tonnellate di LEU equivalente all’anno sotto forma di barre pronte all’uso caricate con pellet di combustibile all’uranio trattato. La CGNPC li utilizzerà nei reattori nucleari.

L’annuncio di Kazatomprom arriva a poco più di un anno dall’apertura dell’impianto. L’accordo…